STATUTO

Art.  24 – Diritti di Partecipazione

Potranno prendere parte alle Assemblee ordinarie e straordinarie dell’Associazione tutti  Soci  in regola con il versamento della quota sociale annua e non soggetti a provvedimenti disciplinari in corso di esecuzione. Il Consiglio Direttivo predisporrà l’elenco degli Associati aventi diritto di voto in rispetto alla normativa di settore e di quanto stabilito dal presente statuto.

Contro tale decisione è ammesso appello all’Assemblea da presentarsi prima dello svolgimento della stessa. Ogni Socio può rappresentare in Assemblea, per mezzo di delega scritta, non più di un Associato.

Art. 25 – Assemblea Ordinaria

L’Assemblea ordinaria è convocata, a cura del Consiglio Direttivo,  mediante comunicazione postale ordinaria o elettronica ( avviso su sito internet, face book, posta elettronica. twitter, ecc..) da parte del Presidente almeno cinque giorni prima del giorno fissato per la riunione oppure mediante affissione di apposito avviso presso la bacheca situata nella sede sociale e nei luoghi ove viene svolta l’attività sportiva o sul sito web ufficiale,   almeno sette giorni prima della data fissata o  in altro modo compreso annuncio su un periodico locale, oppure predisponendo il foglio delle convocazioni  oppure per posta elettronica.   Vige il principio della massima diffusione e dell’alternanza. Nella convocazione dell’Assemblea devono essere indicati il giorno, il luogo e l’ora dell’adunanza, l’elenco delle materie da trattare e, se già stabiliti, il giorno, il luogo ed l’ora della seconda convocazione.

L’Assemblea deve essere indetta a cura del Consiglio Direttivo ed è convocata almeno una volta l’anno dal Presidente entro i primi quattro mesi dell’anno sociale successivo per:

–       Discutere ed approvare la relazione morale e sportiva dell’anno precedente;

–       Discutere ed approvare il rendiconto economico e finanziario (consuntivo) ed eventualmente in casi speciali  ed particolare organizzazione  il bilancio preventivo;

–       L’elezione del Consiglio Direttivo dell’Associazione;

Essa delibera, inoltre, su tutti gli argomenti attinenti alla vita ed ai rapporti dell’Associazione che non rientrino nella competenza dell’Assemblea straordinaria e che siano legittimamente sottoposti al suo esame .

Art.  26 – Validità Assembleare

–       L’Assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della maggioranza assoluta degli Associati aventi diritto di voto e delibera validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti.

–       L’Assemblea straordinaria in prima convocazione è validamente costituita con la presenza della maggioranza assoluta degli Associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

–       Ogni Socio ha diritto ad un voto.

Tanto l’Assemblea ordinaria che l’Assemblea straordinaria, non raggiungendo il numero dei voti, saranno rimandate in seconda convocazione  e saranno validamente costituite qualunque sia il numero degli Associati intervenuti, deliberando con il voto dei presenti. L’avviso di convocazione  deve prevedere le due tipologie di convocazione.   Per  deliberare lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di almeno i 3/4 degli Associati, In caso di non raggiungimento di detta maggioranza qualificata  alla terza convocazione dell’ assemblea con lo stesso ordine del giorno  vale la maggioranza semplice degli intervenuti.

I verbali sia di assemblea ordinaria sia straordinaria che di consiglio direttivo sono sottoscritti al termine dal presidente  e segretario. Per i verbali di assemblea possono essere sottoscritti da qualsiasi socio presente in assemblea.

Art.  27 – Assemblea Straordinaria

L’Assemblea straordinaria è convocata, a cura del Consiglio Direttivo,  mediante comunicazione postale ordinaria od elettronica ( posta  sistema internet  – Facebook – Tweeter ecc.) da parte del Presidente almeno cinque giorni prima del giorno fissato per la riunione oppure mediante affissione di apposito avviso presso la bacheca situata nella sede sociale e nei luoghi ove viene svolta l’attività sportiva  almeno sette giorni prima della data fissata o in altro modo vigendo il principio della massima diffusione. Nella convocazione dell’Assemblea devono essere indicati il giorno, il luogo e l’ora dell’adunanza,

l’elenco delle materie da trattare e, se già stabiliti, il giorno, il luogo e l’ora della seconda convocazione. L’assemblea può essere convocata anche con le modalità previste dall’art 14 per l’assemblea ordinaria.

L’Assemblea straordinaria delibera sulle seguenti materie:

 

Approvazione e modificazione dello Statuto sociale;

Atti e contratti relativi a diritti reali immobiliari;

Scioglimento dell’Associazione e modalità di liquidazione.

Art. 28 – Eleggibilità ed Incompatibilità

Possono ricoprire cariche sociali i soli Soci maggiorenni, regolarmente tesserati alla federazione/o all’ente di promozione  di appartenenza, in regola con il pagamento delle quote associative e che:

non ricoprano cariche sociali in altre società o associazioni sportive dilettantistiche nell’ambito della medesima federazione sportiva o disciplina associata se riconosciuto dal Coni, ovvero nell’ambito della medesima disciplina facente capo ad un ente di promozione sportiva.

a)  non abbiano riportato condanne passate in giudicato per delitti non colposi;

b) non siano stati assoggettati da parte del CONI o di una qualsiasi delle altre Federazioni Sportive e/o Enti di Promozione Sportiva ad esso aderenti a squalifiche o sospensioni per periodi complessivamente intesi superiori ad un anno.

Art. 29 –  Modifiche allo Statuto

Page 9 of 10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10