Carta Olimpica C.I.O.

“Proclamo la chiusura dei Giochi della…….. Olimpiade (o dei…  Giochi Olimpici Invernali) e secondo la tradizione, invito la gioventù del mondo intero a riunirsi tra quattro anni a… (se la città non è stata ancora decisa il  nome della città sarà sostituita dalle parole: nel luogo che sarà scelto) per  celebravi i Giochi della…. Olimpiade (oppure i… Giochi Olimpici)”.

2.6.      Risuona allora una fanfara, la fiamma olimpica viene spenta e mentre viene suonato l’inno olimpico, la bandiera olimpica è ammainata lentamente dal pennone e, distesa all’orizzontale, viene portata fuori dallo stadio seguita dai portabandiera.  Un canto finale termina la cerimonia.


70 – Cerimonie dei vincitori, medaglie e diplomi *

Le cerimonie dei vincitori dovranno svolgersi secondo il protocollo fissato dal C.I.O. Le medaglie e i diplomi saranno forniti dal C.O.J.O. e distribuiti dal C.I.O., al quale appartengono.

NORME DI APPLICAZIONE DELLA REGOLA 70


1.        Cerimonia dei vincitori

1.1.     Le medaglie saranno consegnate nel corso dei Giochi Olimpici dal  Presidente del C.I.O.  (o  da  un  membro  che  egli  designerà),  scortato  dal  Presidente  della  FI interessata (o da un suo sostituto), se possibile subito dopo e sul luogo stesso della

61


gara, nel seguente modo: i concorrenti classificati primo, secondo e terzo, in tenuta ufficiale sportiva, salgono sul podio di fronte alla tribuna d’onore. Il vincitore sarà sistemato leggermente più in altro del secondo alla sua destra, e del terzo, alla sua sinistra. I loro nomi, e quelli degli altri atleti che avranno meritato un diploma, verranno  annunciati.  La  bandiera  della  delegazione  del  vincitore  sarà  issato  al pennone centrale, quelle del secondo e del terzo classificato, a due pennoni vicini, sistemati  a destra ed  a sinistra del  pennone centrale, di fronte all’arena. Mentre risuonerà  l’inno  (abbreviato)  della  delegazione  del  vincitore,  i  medagliati  si volgeranno verso le bandiere.


2.        Medaglie e diplomi

2.1.     Per le gare individuali, il primo premio sarà una medaglia di argento  dorato e un diploma; il secondo, una medaglia d’argento e un diploma; il terzo, una medaglia di bronzo e un diploma. Le medaglie dovranno ricordare lo sport e la gara per le quali sono state vinte ed essere sospese ad una catena o a un nastro staccabili, per essere passate al  collo  dell’atleta.  Anche i  concorrenti  classificati  quarto, quinto, sesto, settimo  e  ottavo  riceveranno  il  diploma,  ma non  la  medaglia.  In caso  di  parità assoluta tra i concorrenti per il primo, secondo o  terzo  posto, ognuno di loro avrà diritto ad una medaglia ed ad un diploma.

2.2.     Le medaglie avranno un diametro minimo di 60mm e uno spessore di  3mm. Le medaglie per i primi e i secondi posti saranno d’argento titolo 925-1000; la medaglia per il primo posto dovrà essere dorata con almeno 6 grammi d’oro

2.3.     I disegni di tutte le medaglie e di tuffi i diplomi saranno sottoposti dal  C.O.J.O. all’approvazione preventiva della Commissione Esecutiva del C.I.O.

2.4.     Per gli sport di squadra e le prove a squadre di altri sport, tuffi i  membri  della squadra vincente, che abbiano partecipato ad almeno una partita o una gara durante i Giochi Olimpici, hanno diritto ad una medaglia in argento dorato  e  un diploma; quelle del secondo posto una medaglia d’argento e un diploma; quelli del terzo posto una medaglia d’argento e un diploma. Gli altri membri di queste  squadre hanno diritto soltanto al diploma; i membri di una squadra classificata quarta, quinta, sesta, settima o ottava riceveranno ognuno un diploma.

2.5.     Tutti i concorrenti, tutti gli ufficiali e altro personale di squadra, i membri del C.I.O. e, se sono presenti ai Giochi Olimpici, i presidenti ed i segretari generali delle F.I. riconosciute dal C.I.O. e quelli dei C.N.O., nonché i giudici, arbitri  cronometristi, ispettori, giudici di linea, etc. presenti ai Giochi Olimpici e ufficialmente designati dalle F.I. interessate secondo le norme stabilite dal C.I.O., riceveranno una medaglia e un diploma commemorativi.

2.6.     Le  medaglie  e  diplomi  consegnati  in  occasione  dei  Giochi  Olimpici  Invernali dovranno essere diversi da quelli utilizzati per i Giochi dell’Olimpiade.

2.7.     Le medaglie e diplomi commemorativi non saranno attribuiti ad una delegazione che si ritiri dai Giochi Olimpici.


2.8.     Nessun altro premio o ricompensa oltre a quelli sopraccitati saranno attribuiti ai

Giochi Olimpici.

62


2.9.     Se un concorrente olimpico viene squalificato, la/le sua/e medaglia/e e  diploma/i essere resi al C.I.O.

2.10.   I1 C.O.J.O. farà in modo che i diritti di autore di tutti i disegnatori delle medaglie menzionate  nella  presente  regola  siano  regolarmente  ceduti  al  C.I.O.  che  sarà automaticamente  riconosciuto  come  intestatario  di  tali  diritti.  Se  la  legislazione nazionale esige che la cessione avvenga per iscritto, il C.O.J.O. sarà tenuto a redigere tale  atto  scritto  e  sottoporlo  alla  firma  del  C.I.O.  che   diventerà  così  l’unico intestatario di tali diritti.

2.11.   Alla fine dei Giochi Olimpici, il C.O.J.O. consegnerà al C.I.O. gli stampi di tutte le medaglie coniate, tutti i diplomi e tutte le medaglie avanzati. I1 C.O.J.O.  renderà conto al C.I.O. di tutte le medaglie e bozzetti che avrà coniato o stampato.


3.        Distintivi commemorativi

Tutti  gli  atleti  che avranno  diritto  ad  una medaglia riceveranno  un  distintivo  commemorativo approvato dalla Commissione Esecutiva del C.I.O.

71 – Albo d’onore

1.        Il C.I.O. non stabilirà nessuna classifica globale per Paese. Un albo d’onore con i nomi dei medagliati e diplomati di ogni gara sarà creato dal C.O.J.O. che lo consegnerà al C.I.O.

2.        I nomi dei medagliati di ogni gara saranno messi in evidenza in modo  permanente  nello stadio principale.

3.        Tutti gli atleti che abbiano partecipato ai dei Giochi Olimpici riceveranno dal  C.I.O. un distintivo commemorativo.


72 – Protocollo

1.        Durante tutta la durata dei Giochi Olimpici, il C.I.O. sarà il solo  competente per stabilire il protocollo applicabile in tutti le sedi poste sotto la  responsabilità del C.O.J.O

2.        In occasione di tutte le cerimonie e manifestazioni che si svolgano durante i Giochi Olimpici la precedenza sarà data ai Membri e Membri Onorari del C.I.O., in ordine di  anzianità.  Il  Presidente  e  i  Vice  Presidenti  in  testa,  seguiti  dai  membri  del C.O.J.O., dai Presidenti delle FI e dai Presidenti dei C.N.O


73 – Programma delle Cerimonie

1.        I dettagli di tutti i programmi di tutte le cerimonie saranno sottoposti alla Commissione

Esecutiva del C.I.O. per approvazione almeno sei mesi prima dei Giochi Olimpici.


2.        I dettagli dei programmi culturali gli saranno comunicati stesso tempo.

63

64

74 – Arbitrato

Qualsiasi controversia che avvenga in occasione dei Giochi Olimpici o in relazione con essi sarà esclusivamente sottoposta al Tribunale d’arbitrato dello Sport, in conformità del Codice arbitrale per lo sport.

***

Comitato Internazionale Olimpico

Losanna – Svizzera

Page 8 of 8 1 2 3 4 5 6 7 8