News & Eventi

Archive for Febbraio, 2014

Adolescenti: incidenza di ambiente, stile di vita e livello culturale.

Adolescenti: incidenza di ambiente, stile di vita e livello culturale.

I fattori ambientali, lo stile di vita e il livello culturale, giocano un ruolo essenziale sugli adattamenti fisici e psicologici e quindi comportamentali degli adolescenti. Tutto ciò influisce anche sulla dieta alimentare che spesso risulta non corretta e sbilanciata.

Uno studio condotto da un team di ricercatori (Vincenzo Varchetta, Giovanni Messina, Laura Piombino, Antonio Capasso, Carlo Mangoni di S. Stefano) della Seconda Università di Napoli e della Federico II, ha avuto lo scopo di osservare la relazione tra abitudini alimentari e attività fisica svolta da gruppi di ragazzi adolescenti. Il campione reclutato è composto da 138 soggetti dai 13 ai 17 anni ( 63 M; 65 F) dell’Istituto Tecnico Statale Commerciale Masullo- Theti di Nola; ogni gruppo è stato suddiviso in due sottogruppi in base alla massa grassa riscontrata alla valutazione della composizione corporea. Sono stati consegnati, agli studenti, che hanno preso parte allo studio, diari nutrizionali su sette giorni, avendo ottenuto da parte dei genitori preventivamente il consenso informato, oltre che per la stesura del diario alimentare anche per la visita medica che è stata poi effettuata presso la stessa scuola.

 Ai singoli studenti sono stati rilevati i seguenti parametri: peso, altezza, circonferenza braccio, plica bicipitale, plica tricipitale, pressione arteriosa, composizione corporea compartimentale. Inoltre ogni studente ha compilato un diario settimanale delle attività svolte; abbiamo così potuto valutare i soggetti che svolgevano regolarmente attività fisica e/o sportiva rispetto a quelli più sedentari. Dai dati riscontrati emerge che in entrambi i sessi ci sono differenze significative, tra i due sottogruppi con differente massa grassa; si evidenzia, soprattutto che, le persone dei sottogruppi con maggiore massa grassa, hanno maggiori valori di indice di massa corporea (BMI), di peso corporeo, di pliche e di circonferenze corporee, sebbene introducano meno calorie totali da tutti i macronutrienti, e meno micronutrienti.

 

L’analisi dei diari settimanali delle attività fisiche svolte, evidenzia che gli studenti eseguono più attività sportiva regolarmente durante la settimana rispetto alle studentesse. Nei due generi i soggetti che svolgono regolarmente attività sportiva hanno significativamente pesi e frequenze cardiache mediamente minori. I soggetti più sedentari in entrambi i sessi hanno, mediamente, sia maggiori quantità di acqua totale (TBW), sia di acqua extracellulare (ECW) e sia di acqua intracellulare (ICW). Gli sportivi nei due sessi hanno in media maggiori valori della massa muscolare, del metabolismo basale e dell’indice di massa cellulare corporea (BMCI).

 

L’indice di massa corporea (BMI) è maggiore mediamente per i soggetti di sesso maschile, che praticano regolarmente sport, mentre per le sportive è minore. Il 99% dei soggetti guarda la televisione ogni giorno, ed il 75% dei ragazzi ed il 90% delle donne abbina ad essa l’assunzione di snack. Tale abitudine, dovrebbe essere evitata per il ridotto consumo calorico associato al guardare la tv e l’ulteriore assunzione di cibo e quindi di Kcal.

 a cura di:

Vincenzo Varchetta

vincenzo.varchetta@unina.it

PhD in “Food and Health: biotechnology and methodologies applied to the pathophysiology digestive”

University of the Federico II

Docente AGAR SPORT MANAGEMENT

 

Fonte: http://www.news.unina.it/dettagli_area.jsp?ID=14099

Posted in: Ultime News

Leave a Comment (0) →
Page 2 of 2 12